Lettera per la ripresa di catechesi ed incontri pastorali

Le indicazioni del Vicariato Diocesano per la catechesi e l’evangelizzazione rinnovata

Ai parroci dell’Arcidiocesi

Ai religiosi e alle religiose

Ai responsabili dei gruppi e dei movimenti laicali

Carissimi confratelli e carissimi fratelli nella fede,

con la graduale ripartenza della Catechesi e delle attività dei gruppi e dei movimenti ecclesiali è necessario ricordarci a vicenda che la pandemia non è finita ma che abbiamo efficaci strumenti per combatterla. Questo ci può aiutare ad affrontare e superare le paure e le distanze che sperimentiamo.

La maggior parte delle nostre comunità parrocchiali ha saputo affrontare con prudenza tutti i passaggi richiesti dalle autorità e condivisi dalla Conferenza Episcopale Italiana. Oggi è necessario fare qualche passo avanti, senza mai derogare alle misure di prevenzione anticovid19 (distanza, igienizzazione, mascherina…).

Consigliamo che gli incontri si svolgano sempre in ambienti grandi (se possibile all’aperto quado il clima lo permette) oppure dividendo i gruppi.

Non dobbiamo dimenticarci che l’esigenza che cogliamo più forte è quella di relazioni personali, unita al bisogno di sicurezza. Ritrovarci sarà un processo graduale, da accompagnare non con le strattonate ma con la delicatezza dell’attenzione alle persone. Dialogate e pensate con fantasia strade, luoghi e modalità per riprendere il cammino dove è stato interrotto o rallentato.

La catechesi per l’iniziazione cristiana non sia pensata ormai concentrata in un solo giorno alla settimana, ma possibilmente spalmata su più giorni o con tempi distanziati che permettano il ricambio dell’aria e l’igienizzazione dei locali.

Si possono scegliere per incontrarsi anche chiese periferiche attualmente sottoutilizzate a causa della capienza ma che sono abbastanza ampie per un gruppo di catechismo o per incontri specifici.

Per i gruppi, soprattutto quelli di preghiera, si utilizzino le chiese che sono sempre più ampie delle pur belle sale che abbiamo in alcune strutture. Le attività d’oratorio e di alcuni movimenti, che prevedono dinamiche di movimento e attività, siano ben organizzate, non improvvisate. Una buona dose di prudenza e di organizzazione ci metterà al riparo da tanti pericoli.

Insieme alla catechesi per l’iniziazione cristiana, riprende quella agli adulti, quella per fidanzati e genitori dei battesimi. Per le lectio e le catechesi agli adulti abbiamo le nostre chiese che possono anch’esse servire a questo scopo.

Vi ricordiamo che la prima domenica di Avvento ci sarà l’incontro dei Catechisti, nel pomeriggio, e sarà avviato il percorso formativo per i catechisti che potrete individuare e segnalare. Dall’ufficio catechistico vi arriveranno presto le indicazioni precise.

Non facciamoci vincere dalla paura e dal rilassamento pastorale, ma camminando insieme in questo tempo di Sinodo, riprendiamo il gusto dello stare insieme nel nome di Gesù, in ascolto di Lui e dei fratelli.

Fraternamente vi auguriamo buon cammino

            Padre Fabio Bastoni                                                           Don Enzo Gabrieli

Vicario ep. per l’evangelizzazione rinnovata                 Vicario ep. per la Catechesi


diocesicosenza

Leggi altro

Archivio

“La vocazione del nostro Vescovo ricorda a tutti noi che la chiamata non smette mai di meravigliarci”

  Pubblichiamo di seguito il testo dell’Omelia tenuta da Mons. Francesco Isabello, delegato arcivescovile per il Clero e il Diaconato Permanente, in occasione della celebrazione Eucaristica per il 40° anniversario di Ordinazione Presbiterale di S.E. Mons. Claudio Maniago:   Pervasi dalla gioia pasquale, una volta ancora ci ritroviamo insieme per rendere grazie al Signore, per il dono del Presbiterato alla sua Chiesa del nostro Vescovo Claudio. La gioiosa circostanza di questo quarantesimo ci offre l’opportunità, prendendo spunto dalla Parola appena proclamata, di meditare insieme sul dono del sacerdozio ministeriale, veramente dono e mistero. Come in un film tanti sono i…