Locri, l’incoronazione della Madonna della Montagna apre l’Anno mariano

La Chiesa di Locri – Gerace si appresta a vivere un’anno intenso dedicato al culto e alla devozione per la Beata Vergine Maria: l’inizio del Solenne Anno Mariano, indetto dal vescovo, monsignor Francesco Oliva, avverrà il 2 settembre a Polsi, in occasione dei festeggiamenti in onore della Madonna della Montagna.

Il Solenne Atto di incoronazione del Simulacro della Beata Vergine Maria, Madre del Divin Soccorso che avverrà il 2 settembre, giorno della Solennità della Beata Vergine della Montagna di Polsi, segnerà l’inizio del Solenne Anno Mariano indetto dal vescovo della diocesi di Locri – Gerace, monsignor Francesco Oliva.


Non perdere i nostri aggiornamenti, segui il nostro canale Telegram: VAI AL CANALE


L’Anno Mariano si concluderà il 2 settembre 2023, con un Atto di Affidamento alla Vergine Santissima di tutta la Locride: «per il rinnovamento della nostra Chiesa locale e la conversione di quanti operano il male», spiega lo stesso vescovo nel decreto con cui ha indetto l’evento che, nei fatti, è l’inizio dell’itinerario di preparazione spirituale in vista dell’evento di grazia che sarà il Giubileo del 2025.

Anno Mariano Locri – Gerace, La Peregrinatio della Madonna della Montagna

Nel corso dell’anno mariano, è prevista la Peregrinatio della statua processionale lignea della Madonna della Montagna presso le comunità che ne faranno richiesta, sia dentro che fuori dalla diocesi di Locri – Gerace.

L’auspicio del vescovo Oliva è che sia la Peregrinatio che lo stesso Anno Mariano «siano colti come opportunità pastorale per il rinnovamento della pietà mariana e della devozione popolare e come vero e proprio percorso annuale del nostro cammino sinodale».

L’evento è anche occasione per «coronare un percorso di rinnovamento, purificazione, ripresa del culto e rilancio» dell’antichissimo «luogo sacro» rappresentato dal Santuario di Polsi. Ciò, ancora il vescovo Oliva, al fine di «corroborare l’autentica pietà mariana della nostra gente, nonché vivere un tempo pastoralmente fecondo per purificazione della stessa da quegli elementi folkloristici che talvolta la deturpano e la sviano».


PER APPROFONDIRE: Locri, nuove nomine e decreti del vescovo Oliva


Un’occasione di rinnovamento, dunque, che si colloca nel solco del cammino sinodale voluto da papa Francesco in «un tempo ancora segnato dall’emergenza sanitaria e dai venti di guerra che nuovamente sembrano sollevarsi in Europa».

L’articolo Locri, l’incoronazione della Madonna della Montagna apre l’Anno mariano proviene da Avvenire di Calabria.

Francesco Chindemi

Leggi altro

Archivio

“La vocazione del nostro Vescovo ricorda a tutti noi che la chiamata non smette mai di meravigliarci”

  Pubblichiamo di seguito il testo dell’Omelia tenuta da Mons. Francesco Isabello, delegato arcivescovile per il Clero e il Diaconato Permanente, in occasione della celebrazione Eucaristica per il 40° anniversario di Ordinazione Presbiterale di S.E. Mons. Claudio Maniago:   Pervasi dalla gioia pasquale, una volta ancora ci ritroviamo insieme per rendere grazie al Signore, per il dono del Presbiterato alla sua Chiesa del nostro Vescovo Claudio. La gioiosa circostanza di questo quarantesimo ci offre l’opportunità, prendendo spunto dalla Parola appena proclamata, di meditare insieme sul dono del sacerdozio ministeriale, veramente dono e mistero. Come in un film tanti sono i…